Il boom degli scaldamuscoli scoppiato nel mondo della danza si è esteso ad altri sport per proteggere gli atleti durante l’allenamento e la competizione.

Il boom degli scaldamuscoli è esploso negli anni Ottanta come accessorio da indossare sulla parte inferiore delle gambe, dal design e dalla funzionalità diversi da quelli delle calze: sono più spessi, privi dei piedi e nati per supportare i ballerini in fase di riscaldamento delle gambe prima della loro performance di danza (ricordate Flashdance o Saranno Famosi?).

Col tempo sono diventati di gran moda, accessori buoni per assecondare i capricci della donna e della bambina.

La tradizione li vuole di lana, ma gli scaldamuscoli sono stati poi realizzati con materiali diversi, tra cui il cotone e le fibre sintetiche.

Un team di ricercatori coreani sta sviluppando scaldamuscoli (ancora in fase sperimentale) destinati alla terapia termica dal tessuto basato su nanofili in argento (con nano particelle molto allungate) integrati tra due strati di gomma: collegati ad una batteria, permetterebbero di riscaldare agendo da termoregolatori, cioè mantenendo la temperatura del corpo costante.
Sottile, flessibile, questa rete riscaldante è stata pensata per l’utilizzo sia in campo medico che per la moda e la creazione di vestiti smart per l’inverno oppure per i sedili delle auto.

Al di là della moda comoda degli scaldamuscoli Calzedonia, i modelli destinati all’attività sportiva vera e propria per uomo e donna sono pensati soprattutto per sport come la danza, l’aerobica, il calcio, il basket, il tennis, il ciclismo.

Scaldamuscoli non solo per polpacci

Gli scaldamuscoli non sono da associare soltanto ai cosiddetti scalda polpacci, ma vengono realizzati per riscaldare i muscoli di tutti gli arti coinvolti nell’allenamento a seconda dello sport: sono pensati per la parte inferiore e superiore delle gambe, per le cosce e per le braccia.

I giocatori di calcio li indossano sempre durante gli allenamenti e le competizioni, specie d’inverno, per evitare strappi improvvisi o stiramenti, ma le varianti disponibili sul mercato sono numerose, da quelle che coprono le caviglie a quelle che salgono fino alle ginocchia, dalle bermuda o pantaloncini per le cosce agli scaldamuscoli per le braccia.

Risale ai primi di gennaio di quest’anno una foto che ritrae l’eccentrico tennista Nick Kyrgios impegnato negli Australian Open 2016, che lo ritrae in uno stravagante abbigliamento: una canottiera aderente rossa e scaldamuscoli di un verde elettrico per gli arti superiori.

I benefici offerti dagli scaldamuscoli

Danno la massima sicurezza durante gli allenamenti e proteggono da rischi di stiramenti o strappi accidentali perché consentono ai muscoli di mantenersi pronti a qualsiasi movimento improvviso.

Gli scaldamuscoli sportivi dalle principali marche non stressano perché non fasciano, quasi non si sentono addosso, sono come una seconda pelle e favoriscono una corretta traspirazione.

Gli scaldamuscoli gambe e cosce – una sorta di bermuda da indossare, ad esempio, sotto il pantaloncino da calcio – offrono una grande vestibilità essendo realizzati in materiale elasticizzato morbido al tatto.

Secondo recenti esperienze di prevenzione e trattamento della pubalgia, risulta che l’induzione elettrostatica e l’effetto elasto-compressivo esercitato dagli scaldamuscoli contrasta l’insorgere di una sindrome molto fastidiosa e condizionante per l’attività sportiva, la pubalgia per l’appunto.

Pomata, olio e crema scaldamuscoli

Esistono in commercio, anche nelle farmacie, creme, pomate, olio e gel riscaldanti.
In realtà, questi prodotti possono migliorare la circolazione sanguigna ma non riscaldare il muscolo a 1-2 cm di profondità, come si dice.

Offerta

Soltanto un riscaldamento eseguito ottimamente può prevenire infortuni; nessuna pomata o crema può migliorare davvero la prestazione.
Oltretutto, non ha alcun senso usare la crema scaldamuscoli indossando una calzamaglia termica: è perfettamente inutile, sarebbe preferibile correre in pantaloncini o pantaloni fitness.

Offerta

Lista delle marche nella scelta degli scaldamuscoli

  • Adidas
  • Nike
  • Under Armour
  • Errea
  • Joma
  • Odlo
  • Gore Bike Wear
  • Protective
  • DDLBiz
  • Ultrasport
  • Compressport R2
  • Asics
  • CEP Skins
  • 2XU PWX
  • X Bionic
  • Macron
  • Biotex
  • DHB
  • Mcdavid
  • Castelli

Scaldamuscoli online per tutte le tasche

Molti store online propongono in offerta modelli per lo sport di scaldamuscoli: calcio, basket, calcetto, running, ciclismo, tennis, danza.

I prezzi per un paio di scaldamuscoli da calcio partono da un minimo di 6 euro ad un massimo di 27 euro: il prezzo medio non supera i 15 euro.

Per i scaldamuscoli running i prezzi vanno da un minimo di 3 euro ad un massimo di 117 euro per quelli che sono veri e propri pantaloncini e scaldamuscoli da uomo targati Odlo.
Le variazioni di prezzo dipendono molto dal tessuto utilizzato: alcuni sono realizzati in poliestere, poliammide ed altri con un mix di elastane.

I prezzi per i scaldamuscoli basket variano da un minimo 16 euro ad un massimo di 40 euro, come quelli proposti da Mcdavid uno dei migliori brand del settore.

Adidas propone scaldamuscoli tight corti Techfit 9 al prezzo di 26,40 euro: i punti forti sono il supporto alla tecnologia di ventilazione strategica climacool (mantiene il corpo fresco ed asciutto), il tessuto techfit e le cuciture flatlock che evitano irritazioni. La tecnologia Techfit concentra l’energia muscolare e la converte in potenza esplosiva, resistenza ed accelerazione.

Grandi offerte ed occasioni su Ebay per gli scaldamuscoli Nike, con prezzi compresi tra 10 e 24 euro.

Tra negozi fisici specializzati ed offerte online è preferibile di gran lunga la seconda soluzione: si risparmia e le spedizioni sono immediate.



Cosa ne pensi?

Hai delle domande su questo prodotto? Hai provato questo prodotto e vuoi esprimere la tua opinione? Questo è il posto giusto. Lascia un commento ora

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi